“Ma sopra tutte le invenzioni stupende, qual eminenza di mente
fu quella di colui che s’immaginò di trovar modo di comunicare
i suoi più reconditi pensieri a qualsivoglia altra persona,
benché distante per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo?
parlare con quelli che son nell’Indie, parlare a quelli che non sono
ancora nati né saranno se non di qua a mille e dieci mila anni?
e con qual facilità? con i vari accozzamenti
di venti caratteruzzi sopra una carta.”


Galileo Galilei (Pisa, 1564 †1642), scienziato – Dialogo sopra i due massimi sistemi